La formula segreta del Dr Lutz per creare degli annunci “ipnotici” impossibili da ignorare

Writing the secret formulaOggi ti svelerò una semplice formula che renderà i tuoi materiali di marketing più efficaci di quelli prodotti nelle agenzie di creativi in giro per il mondo, che si atteggiano a grandi artisti, ma non hanno la minima idea di quello che fanno.

Per la verità lo sanno benissimo. Stanno rubando i soldi del cliente. Ma questa è un’altra storia.

Allora dicevamo …

Ti piacerebbe scoprire questa semplice formula in 4 step che ti consente di entrare in piena sintonia con il tuo prospect?

Tieniti forte perché sto per svelarti la ricetta che ti consentirà di sfornare, in maniera costante, degli annunci a risposta diretta più performanti di quelli che la maggior parte delle persone (anche di quelle che si definiscono grandi marketer) è in grado di generare.

Il processo persuasivo inizia sempre con la persona che stai cercando di aiutare, di appioppare, o di servire. E tutto questo comincia con “quello che la persona vuole”.

I 6 segreti della Marvel per catturare i tuoi lettori nella ragnatela di Spiderman

MarvelStanley Lieber all’età di 17 anni non aveva idea di cosa fare con la sua vita (e chi ce l’ha d’altronde?) Suo zio possedeva un’azienda produttrice di fumetti e lo introdusse come assistente nel 1939.

Stanley la vedeva come una situazione temporanea. Gli consentiva di mettere qualcosa sotto i denti mentre aspettava l’ispirazione per scrivere il grande romanzo che l’avrebbe fatto svoltare definitivamente.

Un paio di decenni più tardi era ancora lì. L’ispirazione per il grande romanzo non era ancora arrivata. Ma nel frattempo si era ritrovato a capo dell’azienda. Peccato solo che non ci fosse tanto da “capeggiare”. Infatti il giro di vite sui fumetti horror avvenuto negli anni 50 aveva causato il fallimento di molte riviste e quelle che erano sopravvissute erano così censurate che in ogni caso non generavano molte vendite.

Nei giorni di gloria dell’industria del fumetto Stanley era stato supervisore di oltre 20 persone. Ma ormai erano rimaste solo 3 o 4 persone che lavoravano per lui a tempo pieno.

Nonostante tutto, la DC Comics, il leader storico del settore, aveva appena ottenuto un grande successo con un nuovo gruppo di super eroi chiamato “The Justice League of America” che annoverava tra le sue fila niente meno che Batman, Superman ed un altra manciata di eroi in calzamaglia.

Lo zio di Stanley gli suggerì di crearne uno a loro volta. Ma il ragazzo non era entusiasta di questa nuova idea. A dirla tutta in quel momento stava pensando di farla finita con quel business. I super eroi dopo tutto erano una cosa sciocca e non andavano più di moda ormai da anni.

I 4 trucchi di copywriting di Rocky per diventare una leggenda

rocky-3Il giovane attore si trova nei guai. E’ a corto di grana, tanto che sta diventando complicato persino sbarcare il lunario.

Negli ultimi anni è riuscito ad ottenere un paio di ruoli decenti in qualche film, ma ultimamente la sua agenda è vuota quasi quanto la sua pancia.

E’ stato costretto ad impegnare i gioielli di sua moglie — e si è persino abbassato a recitare in un paio di porno, nel disperato tentativo di stare a galla, mentre tenta di far decollare la sua carriera.

Ma adesso ha un’idea per un film. Un grande film.

E’ determinato a scriverne la sceneggiatura. Sa che potrebbe costituire la svolta per lui. Prima di tutto però ha bisogno di un po’ di soldi. Decide così di vendere il suo cane. E’ tutto quello che gli rimane in questo momento ed in cambio riesce ad ottenere appena 50 miseri dollari.

Amareggiato, ma allo stesso tempo determinato, torna nel suo appartamento fatiscente e comincia a scrivere. Scrive per oltre 24 ore di fila senza mai fermarsi. Smette solo una volta finito lo script.

Il giovane attore ha la fortuna di conoscere un gruppo di produttori che lo apprezzano. Sa che sono disposti a leggere il suo manoscritto — per questo non vuole perdere tempo.

Si precipita nei loro uffici con il lavoro non ancora rilegato.

La formula magica in 9 step per trasformare la tua storia nella più potente arma di conversione di massa

miti_e_leggende_Lascia che ti racconti una storia …

Abbandonato alla nascita dai suoi genitori, il giovane eroe viene cresciuto da una coppia umile e gentile in un piccolo villaggio. Il padre introduce il ragazzo alla via dell’alchimia fin dalla giovane età, gli mostra come la conoscenza di alcuni meccanismi legati ai fenomeni naturali, messi in combinazione tra loro, possa renderlo in grado di far succedere cose a dir poco sorprendenti.

Il ragazzo resta folgorato dal talento del padre. Rimane ulteriormente estasiato quando incontra un altro ragazzo – un aspirante alchimista – il cui talento gli permette di portare la sua arte ad un nuovo livello. Insieme sono in grado di creare cose meravigliose. La mente del nostro eroe percepisce possibilità che il giovane alchimista non aveva mai preso in considerazione fino a quel momento. Insieme si rendono conto di poter ottenere molto di più.

Ma il giovane eroe ha il vizio di mettersi costantemente nei guai. La sua mente è impermeabile agli insegnamenti convenzionali che la comunità tenta invano di impartirgli e la sua attitudine irriverente verso l’autorità lo porta a mettere in discussione tutto e tutti — comprese le verità più consolidate. Queste sono allo stesso tempo le qualità di cui si nutre il suo potere visionario.

Disilluso e demotivato, il giovane eroe parte verso terre lontane, alla ricerca di significati più profondi e propositi più alti. Durante il suo viaggio scopre la possibilità di sperimentare alcune pozioni magiche che cambiano per sempre il suo modo di intendere la vita. Va alla ricerca di consiglieri e mentori dotati di poteri mistici in grado di spalancare porte di nuovi mondi e forme di pensiero nella sua mente.

Come riciclare la tua laurea in lettere classiche e schivare l’incubo del lavoro al fast food, imparando a scrivere storie che risucchiano il lettore in un turbine di parole e lo sputano fuori solo a bonifico effettuato.

Laureato pentitoIeri parlavo con un ragazzo, cliente di CopyVendita, ma anche “cliente pentito” della facoltà di lettere di Milano. Mi raccontava della sua frustrazione nell’aver scoperto che, alla fine del suo percorso di studio, tutto ciò che lo aspettava consisteva in una pacca sulla spalla ed un modulo di domanda per fare l’insegnante precario in un paese sperduto della provincia.

Giovanni però non voleva rassegnarsi a questo destino. Nel frattempo era entrato in contatto con un gruppo di matti che, nonostante la crisi economica, lo stato di rassegnazione generale, il momento di sconforto che sembra affliggere ogni persona che ci circonda ecc … vanno dritti per la propria strada e scovano opportunità laddove gli altri vedono solo ostacoli e problemi.

E’ questa la prospettiva che ho cercato di aprire agli occhi di Giovanni la prima volta che ci ho parlato alcuni mesi fa. Opportunità nascoste dietro apparenti problemi. Infatti se sei giovane, in buona salute e vivi da questa parte dell’emisfero, hai tutte le carte in mano per giocare la partita senza esclusione di colpi.

Ma qual’è l’opportunità su cui era seduto Giovanni e della quale non si rendeva conto?

Le “4 regole della Connessione” per installare dei pensieri nella mente del tuo lettore e fargli fare quello che vuoi

sabatini905-675x905L’altro giorno ho scritto un post su Facebook riguardo la vittoria di Miss Italia. Ho spiegato come grazie alle mirabolanti tecniche del Dr. Lutz la cara Alice è riuscita nell’intento di suscitare interesse intorno a lei, anche dopo la fine del concorso.

Ovviamente si tratta di un post ironico (che però contiene al suo interno una grande verità). Quello che mi ha fatto sorridere sono stati alcuni commenti da parte di persone sdegnate dall’ignoranza della ragazza.

Alcuni hanno tenuto a puntualizzare che il marketing, ed in particolare il copywriting, non centrano nulla con eventi di bassa lega come questo.

Niente di più sbagliato boys.

Lo so che nelle aule universitarie ti hanno convinto che il marketing sia una disciplina raffinata, destinata a persone altolocate, che si riempiono la bocca di paroloni di cui fingono (male) di comprendere il significato.

Trattasi però di affermazione totalmente errata.

Per lo meno quello che funziona, quello concreto, quello che porta soldi in cassa, insomma quello che produciamo con passione all’interno dell’Arsenale dal 1847 … non ha paura di sporcarsi le mani. Anzi!

14 ingredienti magici per trasformare le tue parole in soldi anche se non hai la possibilità di testare sulla tua pelle quello che funziona

Mago-MerlinoPer oltre un secolo i più grandi copywriter hanno concordato sul fatto che i test costituiscono l’anima del direct marketing.

Hanno prodotto milioni e milioni e ancora milioni di dollari perché attraverso i loro test erano in grado di trovare la formula più efficace per vendere i loro prodotti.

Tutto questo si è andato perdendo con l’avvento di internet. Molti cosiddetti “Internet Marketer” non hanno mai condotto un singolo test in vita loro. Questo cambio di rotta non ha fatto bene a nessuno.

La maggior parte del copy che leggiamo oggi on line è tutt’altro che buono.

Mi capita di leggere pezzi che farebbero fatica a vendere una cassa d’acqua ad un viandante disperso nel deserto da una settimana.

E non vale solo per l’Italia. Anche il copy di molti marketer statunitensi è ben lontano dallo stato di grazia che la disciplina aveva raggiunto al tempo in cui l’inchiostro regnava sovrano. Quando per mettere un annuncio sotto gli occhi delle persone dovevi mettere mano al portafoglio in maniera piuttosto consistente.

A cosa è dovuta questa regressione?

Tre strategie rubate ai grandi campioni di Risiko per trasformare le tue lettere in delle vere e proprie armate e conquistare i territori occupati dalla concorrenza, anche se la fortuna ai dadi ti ha voltato le spalle

Risiko 2Oggi la ciurma dell’Arsenale rispolvera vecchi giochi da tavolo. Acchiappa una sedia, mettiti comodo e prepara l’ennesimo caffè. Parte la distribuzione dei Territori.

A proposito di caffè … l’articolo di oggi è figlio di un’eccessiva assunzione della bevanda preferita da ogni copywriter che si rispetti (se escludiamo l’infuso miracoloso del Dr. Lutz ovviamente).

Ieri infatti nel disperato tentativo di portarmi avanti con un progetto a cui sto lavorando in questi giorni, ho decisamente alzato il gomito, sforando la dose giornaliera consentita.

Mi sono ritrovato così alle due del mattino con gli occhi spalancati come fari e poca voglia di continuare a lavorare sul progetto che aveva occupato le dieci ore precedenti.

Al che mi sono accorto che il mio amico Enrico – incallito Posta Powerista romano – era ancora in linea. Decido di scrivergli ma … fa prima lui!

Come utilizzare i segreti dell’info marketing per vendere interi container del tuo prodotto fisico, anche se si tratta di una commodity indifferenziata.

aereoSei pronto a volare ad alta quota nei cieli azzurri della vendita per iscritto?

L’equipaggio dell’Arsenale del Copy è lieto di averti a bordo.

Su questo aeroplano NON ci sono uscite di sicurezza, per cui una volta dentro sei costretto a sorbirti tutto l’articolo. Sei pregato inoltre di spegnere il cellulare, disattivare le notifiche di Facebook e riempire un bicchiere della tua bevanda preferita, inserendola nello scompartimento situato alla tua destra (stando attento a non rovesciarla sulla tastiera).

Il palinsesto dell’Arsenale oggi è ricco di novità interessanti che installeranno all’interno del tuo business un meccanismo di accelerazione, simile al famoso NOS di Fast and Furious.

Dunque mio caro Vin, cinture allacciate perché il volo si preannuncia parecchio movimentato.

Il comandante ti augura buon volo.

VIA!

Il drammatico problema che affligge TUTTI i TUOI materiali di marketing — più la ricetta miracolosa per risolverlo fin da subito.

Problema graveCi troviamo alla fine dell’estate e molti dei frequentatori dell’Arsenale hanno approfittato del tempo libero per dare libero sfogo alla scrittura dei propri materiali.

Molto spesso questi sforzi letterari finiscono “sulla mia scrivania” e mi viene chiesto di fornire “un parere al volo” …

Sorvolando sul reato di estorsione di consulenza gratuita che si nasconde dietro tali tentativi … eccomi qui a dare un consiglio generale a tutti coloro che hanno richiesto la mia opinione.

Prima di tutto devo fare una doverosa premessa.

Chi ha acquistato CopyVendita (e si sta prendendo il tempo necessario per studiarlo e comprenderne i concetti a dovere) sta ottenendo dei gran bei risultati.

Finalmente vedo delle lettere di vendita scritte con tutti i crismi (non ti azzardare ad utilizzare la parola “crismi” nel tuo copy).

Quindi bene così.

Altri invece continuano a fare di testa loro, convinti di essere più furbi e di risparmiare qualche centino. Aihmè non ci siamo proprio.

Perché NON conviene improvvisare e mettersi a scrivere una sales letter prima di aver studiato i principi e le regole del copywriting?